Antonio Ferrara intervista Emanuela Valentini


emanuela-valentini-2È con immenso piacere che ho l’opportunità di avere come ospite la scrittrice Emanuela Valentini. Quando il talento è tanto lo si può scorgere tra le poche righe di un romanzo. Quando mi sono inbattuto in lei durante uno dei miei pellegrinaggi online non ho resistito e l’ho voluta per “Uno sguardo oltre la siepe”.

1 Chi è Emanuela Valentini per Emanuela Valentini?

Bella domanda! Diciamo una ragazza appassionata di libri, ma non solo, testarda, con una forza di volontà che non avrei mai immaginato possedesse. E’ una che attraverso la scrittura sta facendo un lavoro su se stessa per migliorare nella vita come persona, non solo come autrice.

2 Come ti è venuta in mente la follia di scrivere?

Da piccola ero folle davvero. Scrivevo – scarabocchiavo – sulle pareti di casa coi pennarelli, fino a che mia madre non si è decisa a insegnarmi le lettere dell’alfabeto. Da quel momento in poi non mi sono più fermata. Non è colpa mia J

3 La Bambina senza cuore?

Romanzo lancio della collana Speechless Books. Totalmente gratuito.

4 Edizione cartacea o eBook?

EBook, per ora.

5 Il libro che consiglieresti di leggere?

Uno per tutti L’ultimo unicorno di P.S.Beagle, commovente ritratto di una realtà dove la purezza si crede estinta.

6 L’ultimo libro che hai letto?

Qualcuno volò… di Kesey

7 Se dico Stephen King?

Sì. Non è uno di miei preferiti, ma comunque un maestro. Quindi rispondo Philip Dick.

8 Torneo IoScrittore?

Un massacro di penne. Un’esperienza da fare se si vuole capire l’importanza del confronto tra autori/lettori. Il torneo è una delle rare occasioni in cui chi scrive ha la possibilità di incontrare altri, che come lui, sgomitano per uno spazio nel panorama editoriale italiano. Storie di tutti i generi, stili di ogni tipo e colore. Una varietà di opere inimmaginabile. E il ruolo di partecipante/giudice responsabilizza, sia nell’onestà di valutare correttamente gli altri autori, sia nell’inviare un testo rispettabile, che possa affascinare.

Eravamo davvero tanti: essere nella rosa dei trenta finalisti è una soddisfazione di quelle che si ricordano per un bel pezzo. Ophelia e le Officine del Tempo (titolo provvisorio), romanzo di genere steampunk che analizza le antinomie tra etica e scienza, uscirà il 7 marzo, in eBook, per il marchio Il Libraio di GeMS.

9 Come scrivi? Quando scrivi? Dove scrivi?

Quando non sono seduta al pc, e non ho un quaderno in mano, sto scrivendo nella mia testa. Lo faccio in continuazione, in tutti i momenti della giornata, anche in quelli in cui dovrei essere presente in altre faccende. E’ più forte di me. Elaboro trame, definisco scene, faccio casting di personaggi. In genere comunque le stesure le scrivo in casa, con un po’ di musica a tema o in perfetto silenzio… dipende dai giorni. Mi piacerebbe da impazzire vivere a Londra, per recarmi a scrivere nei pub e nelle sale da tè… è una cosa che mi manca, quella di lavorare fuori dalle mura domestiche, con una tazza di cioccolato caldo e il vociare della gente in sottofondo. Ho provato a farlo nel centro commerciale, ma non è lo stesso: alla fine ho fatto shopping.
10 Come nasce la tua passione per le storie?

Dai romanzi stupendi che leggevo e rileggevo quando ero piccola. La meraviglia che autori come Ende, Hesse, Dickens, hanno saputo instillare nel mio animo, deve avermi innamorata a tal punto da desiderare di scrivere anche io, storie tanto belle, capaci di incantare chi legge. Ci provo, ecco.

11 Qualche anticipazione su un tuo progetto futuro?

Sto lavorando a una nuova storia. Un romanzo anacronistico che racconta la drammatica deriva del genere umano, una volta perso ogni punto di riferimento. La trama occupa l’intera parete del mio studio. Vorrei parlarne in modo più chiaro ma non saprei da dove cominciare, davvero.

12 Un tuo consiglio a un bravo autore che vorrebbe fare il mestiere di scrittore.

Se è bravo gli dico migliora. Se non lo è, gli dico migliora.

13 Cosa vuol fare da grande Emanuela Valentini?

L’aeronauta J

Grazie per essere stata mia ospite.

Grazie a te!

Vive e lavora a Roma, ma è Londra la città dove il suo cuore si sente a casa. Le cose che preferisce fare sono leggere, scrivere, preparare dolci per regalarli, fare fotografie. Adora i classici della letteratura ottocentesca per lo stile inimitabile e i temi trattati, ma legge di tutto. Crede nel potere educativo e curativo dei libri, delle parole. Scrivere, per lei, è essenziale come il respiro. Da qualche mese è entrata a fare parte della Redazione di Speechless. Autrice di strane storie, ha un romanzo weird nel cassetto, insieme a un enorme racconto di natura indefinibile di cui preferisce non parlare prima di averci messo pesantemente mano. Il 7 marzo 2013 vedrà la luce della pubblicazione, con il marchio GeMS, l’opera giunta tra i trenta finalisti del Torneo Letterario IoScrittore 2012, titolo provvisorio Ophelia e le Officine del Tempo. Il suo racconto Cronache di un mercante di stelle comparirà nell’antologia di prossima uscita per GDS Editore. La bambina senza cuore è una vecchia fiaba, riscritta e curata, amata tanto da cucirle intorno un abito di lucente splendore.

Pagina Facebook ufficiale: Emanuela Valentini

La pagina ufficiciale del romanzo “La Bambina senza cuore”

Annunci

Informazioni su Antonio Ferrara


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: