Archivi tag: fazi editore

Letteratura Horror questa sconosciuta…


L'autunno di Montebuio di Danilo Arona e Il giocattolaio di Stefano Pastor

L’autunno di Montebuio (Danilo Arona e Micol Des Gouges) e Il giocattolaio (Stefano Pastor)

Scrivo dal mio computer (quello che di genere uso per scrivere racconti, romanzi e tutto quello che mi frulla per la testa) per cercare di fare un punto della situazione sul fenomeno, ma sarebbe meglio dire “NON fenomeno”, della letteratura di genere horror in Italia. Ultimamente ho assistito al brusco cambio di direzione intrapreso dalla Gargoyle Books dopo la sua cessione. Certo ora pubblica senpre Dan Simmons, ma gli italiani? Questo popolo di naviganti e scrittori? Dove sono? Ah, Danilo Arona, il maestro, il punto di riferimento dell’italica paura e del brivido su carta. Certo Danilo Arona fortunatamente è vivo e vegeto, ma purtroppo il suo ultimo libro con la Gargoyle risale a qualche anno fa quando l’editore era sotto un’altra guida. L’estate di Montebuio, un libro che meriterebbe di stare in pompa magna sugli scagfali di tutte le librerie è invece nisba. Poi è arrivato il turno della Edizioni XII dopo che i ragazzi si erano mossi bene e senza incertezze e dopo che avevano pubblicato quel capolavoro di romanzo di Malapunta di Danilo Arona (capolavoro inteso come contenuti, cura dei particolari, edizione e copertina) . Prendetelo ora o mai più. Credo che ci sia tempo fino al 31 dicembre poi non saprei.

Qualcuno ora si starà chiedendo, bene Antonio e allora? Tante aziende cambiano, chiudono, si rinnovano e allora cosa c’è di strano? COSA C’È DI STRANO!?! Ve lo dico io cosa c’è di strano, c’è di strano che siamo, me compreso, che una banda di decelebrati che passano le giornate intere su Facebook a dire cazzate e a mettere i mi piace su i vari libri che vedono, ma che poi non comprano. C’è di strano che tutti vogliono fare gli scrittori, ma che poi non comprino i libri degli altri, c’è di strano che uno manda un testo a una casa editrice senza sapere neanche cosa pubblica, c’è di strano che il nostro paese funziona a caste e per forza di cose o ne fai parte oppure te ne puoi stare a casa tua. Ancora c’è di strano che nelle librerie di tutta la penisola nel reparto Horror ci siano Kilpatrick Nancy, Stephenie Meyer, Rebecca Maizel. I vampiri hanno conquistato il mondo, peccato che la maggior parte dei lettori di questa “roba” non abbia mai letto Le notti di Salem di Stephen King oppure Dracula di Bram Stoker. Detto questo e mi scuso per lo sfogo postadolescenziale, c’è da dire che ci sono nuove realtà all’orizzonte che stanno tentando di intrapendere l’audace strada dell’horror.

Si tratta di Mezzotints Ebook curata dall’istancabile Alessandro Manzetti (Il mio personale in bocca al lupo a questa iniziativa) e di Nero Press Edizioni dei sempreverde Daniele Picciuti e Laura Platamone. Da lodare anche la Fazi Editore per aver pubblicato l’ottimo romanzo di Stefano Pastor (Il Giocattolaio) un autore con il debole per la bara traballante che seguo da un bel po’.

In definitiva credo che le cose potrebbero andare meglio per questo tipo di mercato, ma c’è bisogno di una rivoluzione culturale, altrimenti rischiamo di perdere tante buone storie solo perchè non le abbiamo trovate in Autogrill vicino al registratore di cassa. Non ci vuole molto, basta cercare e informarsi e vedrete che il buon romanzo vi chiamerà a se e, se questo accade, se accade, non abbiate indugi, mano al portafogli e comprate. Vi sarete regalati una fantastica storia da leggere e vivere oltre a qualche brivido (sembre gradito) e sarete consapevoli di star leggendo qualcosa di non filtrato o politicizzato, ma semplicemente una storia così come l’autore l’ha concepita.

La verità, nient’altro che la verità… Questa sconosciuta.

Annunci

Concorso Letterario Il Giocattolaio


challenge letterario il giocatollaioIn Italia molti tra gli scrittori di genere lamentano una scarsa attenzione da parte dei grandi editori nei confronti della letteratura di genere thriller/horror, ma questo succedeva fino a ieri.

Fazi Editore e Horror Channel presentano il Challenge Letterario Il Giocattolaio.

Cercanoo nuovi talenti letterari e opere inedite da pubblicare.

Di seguito il bando ufficiale e il link alla pagina dell’interessante iniziativa.

“CERCHIAMO NUOVI AUTORI THRILLER E HORROR

Siamo interessati ad allargare il nostro catalogo di nuovi autori e talenti, in collaborazione con un importante network televisivo internazionale, Horror Channel. Lasciati ispirare da “Il Giocattolaio”, romanzo thriller di Stefano Pastor, da IT di Stephen King; da film quali The others, Silent Hill, The Messenger, The orphanage, The Ring…e tanti altri. Inviaci tra il 31 ottobre 2012 e il 8 gennaio 2013, il tuo racconto inedito in chiave thriller o horror, dove siano protagonisti i bambini: vittime, personaggi apparentemente ingenui, letali assassini. Una storia della lunghezza di max 80 cartelle (circa 150.000 -160.000 battute spazi inclusi) in formato .doc o .pdf. Verranno prese in considerazione solo opere originali, mai pubblicate prima e in cui non siano presenti riferimenti espliciti a personaggi o luoghi contenuti all’interno di altri libri, film o serie televisive. Il racconto dovrà, necessariamente, essere accompagnato da una sinossi di max 10 righe.

Invia il manoscritto a: challenge@ilgiocattolaiofazi.com

I tempi di lettura e valutazione del manoscritto si aggirano intorno ai 30 giorni, entro il 15 febbraio 2013 comunicheremo (su www.ilgiocattolaiofazi.com, su www.horrorchannel.eu e tramite email indirizzata agli interessati) i nomi dei nuovi autori Fazi Editore. Agli autori selezionati sarà offerto un contratto, da definire, per la pubblicazione e la vendita (al prezzo di 2 euro) del racconto. L’opera sarà inserita nella collana Fazi Editore, La donna in bianco è noir e l’ebook sarà venduto in tutti gli store online, sul sito www.fazieditore.it, sul sito www.donnainbianco.com e promosso da Horror Channel.

Fazi Editore si riserva il diritto di opzionare l’opera per un’eventuale edizione cartacea.

I manoscritti ricevuti verranno passati alla Commissione di lettura che ne valuterà il valore editoriale anche dopo la data del 15 febbraio 2013. Qualora il manoscritto non venga ritenuto idoneo alla pubblicazione, la casa editrice non invierà necessariamente all’autore una risposta. Passato il periodo di 6 mesi, se l’autore non ha ricevuto ancora nessuna comunicazione, il manoscritto potrà essere considerato non conforme alla linea editoriale dell’Editore. La casa editrice accetterà solo i testi che riterrà rispondenti alle proprie linee editoriali. La spedizione del manoscritto comporta l’accettazione del trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003. La Fazi Editore non è tenuta per nessuna ragione alla restituzione del materiale inviatoci.

A capo della Commissione di lettura vi sarà Stefano Pastor, tra i vincitori del permio “Io Scrittore”, autore Fazi Editore e collaboratore della casa editrice.

La Commissione di lettura sarà composta da:

Sono esclusi dalla partecipazione al presente challenge letterario i dipendenti Fazi Editore Srl e dipendenti di Horror Channel.”


Il Giocattolaio di Stefano Pastor


Dopo una lunga pausa estiva si riprende con le attività quotidiane ma non solo. A farmi compagnia in questi giorni di fine estate c’è Il Giocattolaio. Non preoccupatevi non si tratta di un maniaco, ma del titolo del romanzo di Stefano Pastor. Mi sento in tutta onestà di segnalarte l’uscita di questo romanzo. Io l’ho comprato a 9,90 in edizione cartacea, ma è anche possibile acquistarlo in versione ebook a un prezzo molto vantaggioso.

Non si sa molto del passato di Massimo, il bambino di 11 anni appena arrivato nel Quartiere. Accolto in casa dello zio, alcolizzato e violento, Massimo ha subito l’impressione di essere precipitato all’inferno. Ma il male, quello vero, non si annida tra le mura domestiche. C’è qualcosa, infatti, nel Quartiere; un’energia malefica che si sente sulla pelle, che s’intuisce ma non si vede tra i palazzoni abbandonati e le vie semideserte di quest’area suburbana depressa e grigia, dove diversi bambini sono recentemente spariti senza lasciare traccia. La paura del mostro scivola sulle coscienze degli adulti, arroccati nella loro irriducibile distanza rispetto al mondo dell’infanzia. Soltanto Peter, il gentile titolare di un banco di pegni zeppo soprattutto di giocattoli, sembra in grado di colmare quella distanza e di comunicare davvero con i desideri e le paure dei bambini. Quando il cadavere di uno di questi viene rinvenuto con i segni di orribili torture, i sospetti si concentrano sul giocattolaio. Massimo si rende conto che il prossimo a sparire sarà proprio lui, è la vittima perfetta, quella designata. Nessuno è in grado di aiutarlo, nessuno è in grado di impedire che si compia il suo destino. Nessun adulto, almeno. Ne Il giocattolaio, romanzo d’esordio di Stefano Pastor, la presenza del male s’insinua nella frattura tra il mondo dei grandi e quello dei piccoli, nutrendosi dei sogni agitati dell’infanzia, per poi balzare nella realtà e diventare qualcosa di concreto, tangibile. Come due mani che ti trascinano via.

Editore: Fazi Genere: thriller Collana: Fuori Collana Anno: 2012 Pagine: 397 ISBN-10: 8864115498 ISBN-13: 978-8864115498  Libro Euro 9,90 e-Book Euro 4,99

Il sito di Stefano Pastor